Prorogati al 1° luglio i termini delle domande di aiuto e di conferma di impegni pluriennali per l’attuale e precedenti programmazioni

sei in: home > news > articolo

Pubblicato il: 9 Maggio 2024

Approvata la proroga dei termini per la presentazione delle domande di aiuto e delle domande di conferma per alcuni bandi del CSR 2023-2027, del PSR 2014-2022 e delle precedenti programmazioni dello sviluppo rurale per il Veneto.

 

Con il decreto n. 45 del 6 maggio 2024 del Direttore della Direzione AdG FEASR, Bonifica e Irrigazione sono stati prorogati al 1° luglio 2024 i termini di presentazione delle domande di conferma e di aiuto/pagamento per gli interventi a superficie e a capo dello sviluppo rurale.

 

Il decreto è stato adottato, ai sensi di  quanto previsto dal Regolamento di esecuzione (UE) 2021/540 della Commissione del 26 marzo 2021, sulla base dello schema di Decreto del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste (Masaf) che il 2 maggio scorso ha acquisito l’intesa della Conferenza Stato Regioni.

 

In particolare, sono stati prorogati i termini di presentazione delle domande di conferma per impegni pluriennali assunti nell’ambito della programmazione 2023-2027, approvati con la DGR n. 117 del 12 febbraio 2024, nonché i termini relativi alle domande di conferma per Impegni assunti nell’ambito della programmazione 2014-2022 e precedenti, approvati con le DGR n. 116, n. 118 e n. 119 del 12 febbraio 2024.

 

Con il medesimo decreto è stata inoltre disposta la proroga, sempre al 1° luglio, dei termini del bando relativo all’intervento SRA 29.1 del CSR Veneto 2023-2027, approvato con DGR n. 235 del 13 marzo 2024, che sostiene l’impegno alla conversione a pratiche e metodi di produzione di agricoltura biologica e del bando del tipo di intervento 13.1.1 – Indennità compensativa in zona montana del PSR Veneto 2014-2022, approvato con DGR n. 234 del 13 marzo 2024.

 

Per le domande presentate oltre il termine del 1° luglio 2024 si applicano le modalità e le riduzioni disposte direttamente dal Decreto del Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste in corso di approvazione.