Conservazione e incremento della sostanza organica nei suoli
SRA04 - Apporto di sostanza organica nei suoli
nessuna

Risorse a bando

8.000.000 di euro €

DATA PUBBLICAZIONE

20230915

DATA SCADENZA

20231214

DESCRIZIONE

L’intervento prevede un pagamento annuale per i beneficiari che si impegnano a migliorare le caratteristiche strutturali e chimico-fisiche dei suoli agricoli mediante l’apporto e il mantenimento diretto di sostanza organica proveniente da letame e materiali assimilati palabili (come definito dal DM 25 febbraio 2016, n. 5046 e dalla disciplina regionale di recepimento). 

BENEFICIARI

  • Agricoltori, come definiti dall’articolo 3 del regolamento UE n. 2021/2115
  • Enti pubblici gestori di aziende agricole

OPERAZIONI AMMISSIBILI

Miglioramento delle caratteristiche strutturali e chimico-fisiche dei suoli agricoli mediante l’apporto e il mantenimento diretto di sostanza organica proveniente da letame e materiali assimilati palabili.

TIPO DI SOSTEGNO

Pagamento a ettaro di superficie agricola utilizzata.

IMPORTI E ALIQUOTE DI SOSTEGNO

L’entità del sostegno è di 150 euro/ettaro/anno.

IMPEGNI

Sono previsti i seguenti impegni specifici:

  • Apportare alla SOI in via esclusiva letame bovino/bufalino e/o separato solido da solo effluente bovino/bufalino. Non sono ammessi gli altri materiali palabili assimilati al letame né i digestati, come definiti dal DM 25 febbraio 2016, n. 5046 e dalla disciplina regionale di recepimento.
  • Il beneficiario deve pianificare la fertilizzazione, predisporre e mantenere costantemente aggiornato il registro web in linea mediante lo specifico Applicativo regionale
  • Nel caso di aziende non zootecniche, obbligo di conservare per tutto il periodo d’impegno la documentazione comprovante l’acquisizione dei materiali palabili o dimostrare tale acquisizione tramite i dati ricavabili da supporti informativi regionali.
  • L’apporto di letame dovrà coprire almeno il 30% del fabbisogno MAS delle colture seminative interessate dall’impegno. 
  • Compilazione del registro delle concimazioni (ReC) con l’applicativo web regionale A58-03, per le superfici agricole a impegno, anche in caso di SAU minore a 14,8 ettari.
  • Prevedere sempre ad ogni distribuzione, anche frazionata, l’interramento contestuale alla distribuzione dei materiali palabili, al fine di limitare al massimo le emissioni.
  • Divieto di utilizzo di fanghi in agricoltura ex D. Lgs n. 99/1992 e di ogni altro rifiuto recuperato in operazioni R10 ai sensi della Parte IV del D.Lgs. n. 152/2006 e uso esclusivo dei fertilizzanti riconosciuti ai sensi del regolamento (UE) 2019/1009, come individuati dal DM 10.10.2022 (GU 29/12/2022), per soddisfare il fabbisogno della coltura nel rispetto del MAS sulle superfici seminative della SAU in conduzione.

PROVVEDIMENTO

DGR n. 1100 del 12 settembre 2023

SCARICA IL BANDO

https://www.regione.veneto.it/documents/10701/13884299/Dgr_1100_23_AllegatoB_SRA04/2f09bc8f-c041-42bd-926e-cb726d357b5b